Il mutuo e la moratoria

Novità sui mutui

Il mutuo, come stabilito dall'Art. 1813 del Codice Civile, 'è un contratto mediante il quale una parte, mutuante, consegna all'altra, mutuatario, una determinata quantità di denaro o di altre cose fungibili, e l'altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e quantità.

Solitamente i soggetti di questo tipo di accordo sono la banca, che è la parte mutuante, e il cittadino, che è la parte mutuarla; sono inoltre da stabilire il tasso d'interesse e la durata.
Il tasso d'interesse è la percentuale che viene calcolata sulla somma prestata; in particolare può essere fisso, cioè non cambia mai nel corso della durata del contratto, oppure può essere variabile, cioè il tasso varia in base all'andamento dei parametri, oppure può essere misto, cioè passare da fisso a variabile e viceversa, secondo le modalità definite dal contratto.
Senza dubbio il mutuo più richiesto è quello finalizzato all'acquisto di una casa, e basta sentire il telegiornale per capire che in questo momento di crisi sono sempre di più le famiglie e le imprese che non riescono a far fronte alle scadenze.

Proprio per questo motivo, negli ultimi mesi abbiamo sentito parlare di 'Piano Famiglie', per agevolare quei nuclei familiari che si trovano in difficoltà, e di sospensione dei debiti per le imprese. Si tratta della moratoria, che, in termini giuridici, è la sospensione di una obbligazione concessa per legge o la proroga della relativa scadenza nel caso sopraggiungano casi eccezionali.
E' un'iniziativa dell'Associazione Bancaria Italiana, che prevede l'interruzione del pagamento delle rate dei prestiti accesi con le banche. Nelle prossime pagine troverete una guida con i requisiti per poter accedere alle agevolazioni.